Isola di Giannutri

La più piccola tra le isole dell'Arcipelago Toscano

isola di Giannutri

Giannutri è l'isola più a sud dell'Arcipelago Toscano, di dimensioni molto piccole è lunga poco più di 3 chilometri e larga circa 500 metri per una superficie totale inferiore ai 3 kmq.

L'Isola di Giannutri amministrativamente fa parte del comune del Giglio, che si trova a una decina di chilometri più a nord, ed è abitata tutto l'anno solo da 13 residenti, mentre la popolazione cresce esponenzialmente nel periodo estivo.

L'isola è praticamente tutta pianeggiante ad esclusione del Poggio di Capel Rosso, punto panoramico che si trova ad 88 metri s.l.m. e Monte Mario altro rilievo a 78 metri di altezza.

giannutri spiaggeArrivare all'Isola di Giannutri

L'isola è collegata alla terra ferma a Porto Santo Stefano dal vettore "MareGiglio" con una frequenza giornaliera nel periodo estivo a cui si aggiungono taxi boat privati e altre piccole imbarcazioni che effettuano escursioni e gite sull'Isola.

Sull'Isola di Giannutri non esistono hotel ma è possibile pernottare in alcune residenze private, l'accesso non è più regolamentato dal Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano che lo aveva fissato in 300 presenza giornaliere ma è necessario pagare un ticket di ingresso di € 4.00.

Cosa fare a Giannutri

Per scoprire le meraviglie di Giannutri ed esplorare i suoi siti di interesse è necessario contattare il parco ed essere guidati da una guida esperta del posto, infatti non è possibile visitare l'isola autonomamente ma è necessario essere accompagnati, l'unico sentiero ad accesso libero è quello che collega Cala dello Spalmatoio a Cala Maestra che si percorre in circa 20 minuti a piedi.

La zona dove sono presenti più abitazioni è Cala dello Spalmatoio, il piccolo centro abitato si trova vicino al porto di sbarco ed è composto da alcune casette che circondano una caratteristica piazzetta dove è presente l'unico bar e ristorante dell'Isola.

piazza di giannutriGrazie alla limpidezza delle sue acque e la grande varietà di flora e fauna, l'isola di Giannutri è visitata ogni anno da moltissimi diver che oltre ai ricchi fondali possono ammirare i vari relitti che si trovano intorno all'isola.

L'area marina intorno all'Isola è tutelata dal Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano ed è suddivisa in due aree di tutela:

L'area A, di tutela integrale dove è vietata la pesca, l'attracco, la navigazione, la sosta e l'immersione fino a 1 km di distanza dalla costa.

L'area B, dove la pesca deve essere autorizzata dall'ente Parco, ed è consentita la sosta e l'attracco solo nelle due cale principali dell'Isola, Cala Spalmatoio e Cala Maestra.

Dal 2015 è stata riaperta la Villa Romana di Giannutri che si trova nella parte nord dell'Isola, una villa Domizia costruita a cavallo tra il I e II secolo d.c. dalla famiglia dei Domizi Enobarbi di cui faceva parte anche Nerone. La proprietà era costituita da una enorme Villa con tutti i confort, riscaldamento, terrazze, porto di attracco e stanze per la servitù e gli schiavi, estesa su oltre 5 ettari di terreno.

Le Spiagge

Le coste dell'Isola di Giannutri sono formate da roccia calcarea che non permette la scesa al mare. Tutta la costa meridionale e gran parte di quella settentrionale è sottoposta a zona di Tutela Integrale dal Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano che ne vieta la balneazione.

giannutri le spiaggeL'uniche due spiagge dove è possibile attraccare e sostare per la notte sono la Cala dello Spalmatoio e Cala Maestra dove è possibile anche l'entrata in acqua da terrra per godersi un meraviglioso bagno in acqua limpida e cristallina.

A Cala dello Spalmatoio è possibile per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni scoprire i resti di relitti etruschi e romani, mentre a Punta Scaletta un piccolo promontorio a nord di Cala Maestra è possibile ammirare un relitto romano ancora integro.

La spiaggia di Cala Maestra è una piccola caletta di ciottoli che si trova nella parte centrale dell'Isola, rivolta ad ovest, molto protetta dai venti. Nei mesi estivi è molto frequentata dalle imbarcazioni che fanno escursioni nelle isole dell'arcipelago. La piccola spiaggia di ciottoli chiari è circondata da due ampi moli dove poter prendere il sole e seguendo un sentiero è possibile scendere da una scala per poter fare il bagno e snorkeling in un punto più lontano della baia ed ammirare i pesci e le praterie di posidonia presenti.

A distanza di soli 20 minuti a piedi si arriva all'altra spiaggia dell'Isola, nel lato est dell'Isola è presente la spiaggia di Cala dello Spalmatoio, formata da sassi e sabbia.

Cala Spalmatoio è la spiaggia principale dell'Isola, dove è presente anche il porto di attracco dei traghetti provenienti da Porto Santo Stefano, deve il suo nome alla sua funzione all'epoca dei romani. Infatti ancora oggi sono presenti i resti di una piccola rimessa dove gli scafi delle imbarcazioni venivano aggiustate e sigillate con la impeciatura, ovvero "spalmando" sui fondi dei battelli pece calda come sigillante.

La spiaggia di Cala Spalmatoio è un piccolo arenile, molto affollato sia a terra dai vari turisti che sbarcano sull'isola sia in mare essendo una delle due uniche insenature dove è permesso l'attracco all'isola di Giannutri, il fondale è ricco di scogli e ricci di mare, quindi vi consigliamo di indossare scarpette da mare per entrare in acqua.

Poco distante dalla spiaggia troviamo la piccola piazzetta, utilizzata come punto di ritrovo per le varie escursioni sull'isola e nella quale è prensente anche un piccolo market, un bar e un ristorante dove trovare ristoro con qualche snack e bibite fresche.

Giannutri

Regole principali

Per preservare la bellezza e l'ambiente, sull’isola di Giannutri è necessario rispettare alcune regole valide per tutte le aree protette, su tutta l'Isola di Giannutri è quindi vietato:

  • accendere fuochi
  • cacciare
  • raccogliere fiori e danneggiare le piante
  • raccogliere pietre e minerali
  • abbandonare rifiuti
  • fare campeggio libero
  • disturbare gli animali
  • uscire dall'unico sentiero autorizzato, chiamato "corridoio" che collega la parte est ed ovest dell'isola.
  • lasciare liberi gli animali domestici
  • entrare nelle aree protette marine e terrestri a sud e a nord

 

Booking.com

 

costa di giannutri

L'isola di Giannutri vista a 360 gradi con il drone

 

 

La mappa della piccola isola di Giannutri