Il Museo civico archeologico di Marciana

Via del Pretorio 67, Marciana Isola d'Elba

Il Museo civico archeologico di Marciana, all'isola d'Elba, nacque nel 1967 come semplice raccolta di reperti provenienti dagli insediamenti protostorici del Monte Capanne. Con decreto ministeriale del 23 novembre 1971 è stato classificato come «museo minore».

museo archeologico marcianaSuccessivamente, l'Antiquarium fu accresciuto con importanti collezioni archeologiche di materiali paleolitici, neolitici e dell'Età del Bronzo (Monte Giove, Masso dell'Aquila, Serraventosa), etruschi (Monte Castello), romani (Chiessi e Procchio), medievali (Pedemonte e Montemarsale) e del XVIII secolo (Procchio). Degne di nota sono quattro asce di bronzo villanoviane provenienti da un ripostiglio della Valle Gneccarina di Chiessi, rinvenuto intorno al 1930 durante la realizzazione di una carbonaia; interessante la collezione di anfore vinarie, olearie e da garum provenienti dal relitto di Chiessi, insieme ai materiali rinvenuti all'interno del relitto di Procchio risalente alla fine del II secolo.

Il Museo è stato completamente rinnovato nel 2002 su progetto dell'architetto Maurizio Giachetti.

Le collezioni

Sala I - Paleolitico, Neolitico, Età del Bronzo, Età etrusca arcaica: strumenti in selce e ossidiana del Monte Arci (Procchio, San Piero in Campo), ceramica subappenninica (Monte Giove, Masso dell'Aquila), ceramica etrusca arcaica (Serraventosa, Monte Giove e Masso dell'Aquila).

Sala II - Età etrusca: vasellame a vernice nera, pesi da telaio (Monte Castello).

Sala III - Età medievale: vasellame in maiolica arcaica di produzione pisana e tegole di ardesia (Pedemonte e Montemarsale), strumenti in ferro per la lavorazione della granodiorite (Cavoli).

Sala IV - Archeologia subacquea: anfore vinarie Dressel 1b di produzione tirrenica (relitto A di Sant'Andrea); calici in vetro ed oro, vasellame di bordo, statuetta in avorio con Dioniso e Pan, blocchi di zolfo, magnesia usta, resti di fasciame (relitto di Procchio); anfore da garum (Beltrán 2A e 2B), da vino (Haltern 70), da olio (Dressel 20) (relitto di Chiessi). Relitto di una nave da carico del XVIII secolo con acciarini di selce, siringhe per clistere, piatti in porcellana cinese e forbicine da barbiere.

(testo tratto da wikipedia.it)

La cartina per raggiungere il Museo Archeologico di Marciana