Sburrita di baccalà all'Elbana

La sburrita di baccalà è una ricetta molto semplice ma gustosa.

Ricetta tipica della zona di Rio Marina ma conosciutissimo in tutta l'Isola d'Elba, la sburrita di baccalà è un piatto povero a base di pesce che un tempo veniva preparato dalle mogli ai minatori riesi come pasto da poter portare con facilità e consumare durante la breve pausa in miniera, accompagnato dal vino che a quei tempi non mancava mai.

sburrita di baccalà

Ingredienti per 4 persone:
500 gr di baccalà
4 spicchi di aglio
1 peperoncino
Nipitella
Vino bianco locale
Pane toscano raffermo
Olio evo
Acqua
Pepe nero

Procedimento per la preparazione:

  1. Sciacquare il baccalà sotto l'acqua fresca togliendo la pelle e le lische successivamente tagliarlo in pezzi medio piccoli.
  2. Mettere in un tegame capiente l'aglio tagliato finemente o meglio se schiacciato a pezzettini finissimi ed aggiungere l'olio evo in modo da fare un bel soffritto dorato.
  3. Aggiungere il baccalà, la nipitella e il peperoncino e far rosolare bene aggiungendo il vino bianco lasciando sfumare.
  4. Aggiungere un bel bicchiere di acqua e lasciare cuocere a fuoco basso per almeno 15 minuti.
  5. Se dovesse asciugarsi troppo aggiungere ancora acqua, il composto deve risultare brodoso.
  6. Adesso prepariamo i crostini di pane toscano raffermo strusciandoci un pò di aglio sopra e adagiato in una placca da forno facendolo dorare.
  7. Prendere una zuppiera di coccio e adagiarci il pane abrustolito e versare sopra il baccalà insieme al sughetto ottenuto.
  8. Spolverare a piacere con un po di pepe nero e buona scarpetta.

 

Si ringrazia Nicol Realini per la gustosa ricetta